mercoledì 6 marzo 2013

Storie di bar, di amici e di vino!


Nel bar, praticamente ci sono cresciuto, e ci ho persino lavorato fino all'età di 21 anni. Era un bar a conduzione familiare in un piccolo paese fuori Bologna. Altri tempi - bei tempi - e posso garantire che le soddisfazioni erano davvero tante. Ma era anche una vita di sacrifici soprattutto in termini di tempo. La vita era il bar ed il bar era la vita. Soprattutto, per i miei genitori.

Quello che sicuramente, ma anche involontariamente accade crescendo dentro un bar, è l'essere forgiato nel carattere. Abituato ad essere circondato da persone di ogni tipo e di ogni età, ti porta indubbiamente a divenire allegro, ad aver sempre una parola per tutti e ad essere benvoluto. Insomma, quando con il pensiero ritorno a quei momenti, penso che ci stavo proprio bene dentro a quella che per me era una seconda casa.

Ora, ho l'opportunità di rientrarci in un bar. Un bar virtuale, circondato da nuovi amici, un po' meno virtuali. Quindi, è con orgoglio, un pizzico di timore e tanta adrenalina, che voglio annunciare che da oggi non mi troverete solo qui, su Odori Terziari a raccontarvi di questa immensa passione che ruota attorno al calice di vino. Ma, grazie a Luigi, ai due amici storici Vittorio e Niccolò, mi potrete leggere appunto anche su "gli amici del bar". Tra l’altro, vi entro in compagnia di Andrea, ai più conosciuto come Primobicchiere.

Oggi è il primo giorno e se avete voglia di leggermi, venite qui, il bar è aperto, ci sono anche amici:

Gli amici del bar.

7 commenti:

  1. Che classe.
    Evviva i terziari!
    Niccolò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evviva gli amici, Niccolò!
      Grazie.

      Elimina
  2. Grande Riccardo, bella notizia, la sala si fa densa di personaggi, ottimo.
    In culo alla balena !

    RispondiElimina
  3. Grazie davvero Daniele. Effettivamente sono molto contento ed onorato!

    RispondiElimina

Lascia il tuo commento qui!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...